[INCHIESTA] Quanto vengono pagati i fotografi dai top editori, le top agenzie, e le top aziende?

Ciò che stai per leggere è una risorsa unica e preziosa, che faresti bene a consultare con molta molta attenzione.

Perciò mettiti seduto che stavolta caliamo giù l’artiglieria pesante.

Sveliamo infatti per la prima volta in pubblico alcuni dati e numeri che fino ad oggi erano rimasti chiusi nelle “segrete stanze dei bottoni”.

Ma prima, una domanda:

Sei mai stato pubblicato prima d’ora?

Il tuo lavoro è appetibile sul mercato?

Soprattutto:

Sei disposto a lavorare a prezzi più bassi pur di lavorare con marchi famosi?

Perché il punto è questo:

Vedere il tuo lavoro pubblicato su riviste importanti, o lavorare per aziende famose e agenzie importanti, rappresenta una medaglia d’oro sul tuo curriculum.

È un biglietto da visita non indifferente che potrai spendere in futuro quando sarai in trattativa con nuovi clienti.

È uno strumento chirurgico per differenziarti.

Della serie: << Io ho lavorato per questo e quello. Tu invece? >>

Talvolta, però, i compensi non sono adeguati al tipo di lavoro.

O al prestigio del marchio che commissiona il servizio fotografico.

Infatti, quando si tratta di svelare i compensi di solito elargiti ai fotografi… editori, aziende, agenzie e siti web rarissimamente scoprono le carte.

Quindi è piuttosto difficile avere un quadro chiaro del mercato di prezzi (italiano e internazionale).

Così ho messo insieme una piccola inchiesta su:

  • Top Magazine
  • Top Editori
  • Top Aziende
  • Top Agenzie

I dati che troverai sono in parte tratti dalla mia esperienza personale, in parte raccolti parlando in giro con fotografi (amici e conoscenti), in parte ottenuti online da alcune fonti “fidate”.

Avere accesso a questo tipo di informazioni può aiutarti parecchio a farti un’idea di quanto TU dovresti chiedere.

In alcuni casi, ti aiuterà a capire se con te stanno giocando al ribasso… o se invece non devi scandalizzarti più di tanto perché “questo è quello che pagano”.

RISORSA EXTRA (DOWNLOAD)

Parlare di prezzi con un cliente non è mai facile. Ma più di tutto: non è mai facile stabilire il giusto prezzo da assegnare alle tue immagini e ai tuoi servizi fotografici.

Vuoi capire se anche tu stai usando il metodo giusto… o quello sbagliato? Scarica lo special report “18 Modelli di Prezzo per Fotografi”

>> CLICCA QUI PER SCARICARE LO SPECIAL REPORT

Come usare i dati che troverai in questa pagina

L’inchiesta prende in considerazione lavori su commissione di varia natura.

Ovviamente ti consiglio di prendere questi numeri e questi dati solo come punto di partenza, perché poi alla fine ogni lavoro è a se stante… e alcuni parametri possono variare molto nel corso del tempo (e da lavoro a lavoro).

I parametri che ho evidenziato per ogni lavoro sono:

✔️ Entità del compenso

✔️ Tipo di lavoro (e la durata, se disponibile)

✔️ Note sul copyright e diritti di sfruttamento

✔️ Eventuale copertura delle spese di vitto/viaggio/alloggio

Ecco infine alcune raccomandazioni prima di tuffarti nella lista:

1)

Cerca di capire se quando ti siederai al tavolo il tuo lavoro è paragonabile alle casistiche che troverai qui elencate.

(esempio: se un’azienda ti richiede una settimana di shooting, non puoi paragonarlo ad un lavoro di 6 ore commissionato da un editore)

2)

Non fare lo sprovveduto.

Conoscere certi meccanismi interni di permette di non cadere dalle nuvole di fronte a proposte che ritieni “al ribasso” o non adeguate allo sforzo richiesto.

3)

Accetta il fatto che chi ha una posizione dominante sul mercato talvolta se ne approfitta.

Questo non vuol dire che devi rifiutare a priori un lavoro importante ma sotto-pagato (se il marchio è di prestigio), ma semplicemente farti bene i tuoi conti e valutare l’opportunità.

4)

Ultimo ma non meno importante.

Non praticare le tariffe che trovi in questa pagina con clienti più piccoli (se le ritieni troppo basse).

Spesso infatti i clienti piccoli ti pagano bene e il giusto, anche più di quelli grandi.

Perciò non tararti su certe cifre se le ritieni inadeguate.

Sei pronto?

Cominciamo…

🔲🔲🔲

RIVISTE – QUOTIDIANI

Vanity Fair
Compenso: 2000 dollari
Per: settimana della moda Parigi
Copyright: il fotografo rinuncia a tutti i diritti sulle immagini, inclusi quelli di rivendita
Spese Trasporti: non incluse

Gente
Compenso: 150€ + crediti
Per: 5 immagini (servizio di food)
Copyright: trattenuto dal magazine
Spese: non coperte

Wall Street Journal
Compenso: 650 dollari
Per: servizio fotografico 1 giorno
Copyright: il sito mantiene i diritti di pubblicazione per 21 giorni
Spese: coperte

New York Times
Compenso: 450 dollari
Per: tariffa giornaliera
Copyright: trattenuto dal fotografo
Spese: non coperte

National Geographic Traveler
Compenso: 500 sterline
Per: reportage di viaggio su commissione
Copyright: trattenuto dal fotografo
Spese: 50 sterline per il volo

🔲🔲🔲

SITI WEB – MAGAZINE ONLINE

Vogue.it (sito italiano)
Compenso: 150€ + crediti
Per: 15 immagini su assegnazione (backstage London Fashion Week)
Copyright: trattenuto dal fotografo
Spese: non incluse

Teen Vogue Online
Compenso: 500 dollari
Per: 2 giorni di shooting e 26 immagini di stree style (settimana della moda a Parigi)
Copyright: condiviso
Spese: non incluse

Stereogum (noto portale web di informazione musicale)
Compenso: 200 dollari
Per: copertura festival
Copyright: trattenuto dal fotografo
Spese Trasporti: non incluse

Mashable (noto portale web di informazione hi-tech)
Compenso: 450 dollari
Per: pubblicazione immagine
Copyright: trattenuto dal fotografo

Wired
Compenso: 500 dollari
Per: tariffa giornaliera
Copyright: dipende dal contratto
Spese: non coperte

CNN Online
Compenso: 800 dollari per singola giornata. 200 dollari extra se le immagini vengono usate anche in TV
Per: servizio fotografico su assegnazione
Copyright: trattenuto dal fotografo, ma i diritti di esclusiva vengono trattenuti dalla CNN per 6 mesi
Spese: il vitto è coperto

DOWNLOAD (RISORSA EXTRA)

Sapevi che esistono 18 metodi differenti per assegnare un giusto prezzo alle tue immagini e ai tuoi servizi fotografici?

Ma c’è di più: alcuni di questi metodi sono senz’altro remunerativi, altri appena “accettabili” (ma comunque pericolosi se usati nel modo sbagliato), altri ancora – invece – da evitare come la peste.

Vuoi capire se anche tu stai usando il metodo giusto… o quello sbagliato? Scarica lo special report “18 Modelli di Prezzo per Fotografi”

>> CLICCA QUI PER SCARICARE LO SPECIAL REPORT

🔲🔲🔲

AGENZIE FOTOGRAFICHE E STAMPA

LUZ Photo (italia) – Agenzia di content marketing
Compenso: 1200€
Per: servizio editoriale su assegnazione
Copyright: negoziabile
Spese: Non coperte

Associated Press (agenzia di notizie con una libreria di circa 10 milioni di immagini)
Compenso: 200 dollari (tariffa giornaliera standard) – 100 dollari per singola immagine
Per: singola assegnazione di veloce svolgimento e poca post-produzione
Copyright: trattenuto dall’agenzia
Spese: Non coperte

Getty Images (agenzia multinazionale di stock photo, con un archivio di oltre 80 milioni di immagini)
Compenso: 125 dollari (mezza giornata), 250 (intera), 350 (sport)
Per: servizio fotografico
Copyright: trattenuto dall’agenzia
Spese: coperte solo nel caso di eventi sportivi

Reuters
Compenso: 250 dollari al giorno (fino a 6 ore) oppure 375 sopra le 6 ore
Per: singola immagine stock
Copyright: trattenuto dall’agenzia, ma paga il 25% al fotografo in caso di rivendita della foto
Spese: coperte solo nel caso di eventi sportivi

🔲🔲🔲

AZIENDE

Dolce & Gabbana
Compenso: 300 dollari
Per: copertura evento di un 1 giorno
Copyright: negoziabile
Spese: non incluse

General Motors
Compenso: 800 dollari per mezza giornata
Per: servizio fotografico su assegnazione
Copyright: trattenuto dal fotografo, ma l’azienda mantiene i diritti di esclusiva per 30 giorni
Spese: non indicato

Air BnB
Compenso: 55 dollari
Per: servizio d’interni di 30 minuti e minimo 12 foto
Copyright: trattenuto dall’azienda, ma il fotografo può usare le immagini per il proprio portfolio
Spese: coperte

Adobe
Compenso: 1000 dollari
Per: 30 immagini su assegnazione
Copyright: trattenuto dall’azienda
Spese: non coperte

Lufthansa (magazine)
Compenso: 450€ al giorno (per 4 giorni) + 150€per i diritti digitali
Per: photo essay di 6 pagine
Copyright: trattenuto dal fotografo ma licenza di esclusiva per 6 mesi concessa al magazine
Spese: coperte

Lacoste
Compenso: 3000€
Per: 7 immagini da usare su Instagram
Copyright: trattenuto dal fotografo
Spese: non coperte

Yahoo Style
Compenso: 500 dollari
Per: 1 immagine (servizio di ritratto)
Copyright: trattenuto dal fotografo
Spese: non coperte

⬇️
⬇️
⬇️

CONCLUSIONI

Come hai potuto constatare, alcuni marchi noti spesso se ne approfittano alla grande.

Altri invece pagano il giusto.

Ovviamente i dati che ti ho mostrato non rappresentano certo la verità assoluta, perciò fanne buon uso e sfruttali in modo intelligente.

Articoli Correlati

Luca Vehr è l’esperto n°1 in Italia di marketing per fotografi e fondatore del primo blog interamente dedicato alla vendita e alla promozione in fotografia (mercatofotografico.net).

A differenza di tutti gli altri esperti di marketing che operano in più settori e per varie tipologie di clienti, il suo focus e le sue strategie sono rivolte – da oltre 13 anni – esclusivamente al mercato fotografico.

Questo per il cliente significa ottenere un metodo di vendita e di promozione altamente specialistico per il settore della fotografia, che va al di là della tecnica o del semplice passaparola.

Proprio per questo motivo il blog da lui creato è il più letto d’Italia nella sua nicchia di mercato, e la sua newsletter conta ad oggi migliaia e migliaia di iscritti.

Luca crede fermamente nella capacità di ogni fotografo di trasformare la propria passione in un’attività professionale ad alto rendimento, attraverso l’uso del web, del marketing digitale, e lo sviluppo della propria autorevolezza.

Attraverso i suoi corsi dall’alto potere “trasformativo”, Luca ha già aiutato in questi anni migliaia di fotografi a ripensare la propria attività da un punto di vista imprenditoriale e molto più orientato al mercato.

4 commenti su “[INCHIESTA] Quanto vengono pagati i fotografi dai top editori, le top agenzie, e le top aziende?”

  1. il mercato della fotografia è andato più che in basso. distinguerei assolutamente la foto d’arte dalla foto su commissione. una nasce dal piacere dell’autore mentre l’altra dall’impegno preso con il committente. dal sito faccio fatica a capire se stiamo parlando dell’una o dell’altra fotografia, ma forse più avanti lo capirò meglio

Lascia un commento